Plumcake con farina gialla, mele e marron glacè



Lo dico subito, i marron glacè non mi piacciono. Troppo dolci, troppo stucchevoli per le mie papille.
- Amo, invece, le castagne, cotte sulla brace del camino - possibilmente - che conferisce loro un sapore unico -
Ma le visite degli amici di famiglia per le feste natalizie ci hanno lasciato una scatola formato xxl dei suddetti glicemici ma(r)oni.
Che farne quindi, visto che di mangiarle così com'è non se ne parla proprio? pensa che ti ripensa... mi sono detta... ma perché non buttarle dentro una torta?!

Così, nella stessa mattinata ho affidato al paiolo elettrico l'onere della polenta, mentre io mi sono dedicata al dolce, usando sempre la buonissima farina gialla di Storo, di cui agevolo l'immagine (dietro si vede il paiolo in azione)

Ne è nata una torta totalmente improvvisata, per dire, le dosi le ho scritte via via che le mettevo - aggiungevo/aggiustavo (rigorosamente con il classico vasetto dello yogurt come misurino) - ed il risultato non è stato un successo.... dippiù!!

Una torta di mele diversa dal solito, dalla consistenza un po' rustica, data da questa farina particolare, dai morbidi pezzi di mela, ed arricchita dal sapore dolce e pastoso dei marron glacé.



Ingredienti:

2 vasetti di farina 00
1 vasetto e 1/2 di farina gialla di Storo
Mezzo vasetto (scarso) di zucchero di canna
7 marron glacè
3 uova (albumi e tuorli separati)
2 mele
50 g di latte
1 pizzico di sale


Come si fa:

Separate i tuorli dagli albumi e montate a neve questi ultimi con un pizzico di sale.
A parte lavorate i rossi con lo zucchero, quando il composto è bianco e spumoso aggiungete le farine.
Sbucciate una mela e tagliatela a cubetti aggiungetela all'impasto insieme a 6 maron glacè sbriciolati.
Versate il latte, mescolate ed incorporate gli albumi montati a neve.
Versate nello stampo scelto.
Guarnite con la mela rimasta, tagliata a fettine e un marron glacé sbriciolato.
Infornate a forno già caldo a 180° per 35'- 40'.


Note e suggerimenti:

Se non avete i marron glacé, sostituiteli con fichi secchi, datteri, prugne secche...




7 commenti:

  1. Gnammy delizioso, anch'io non amo i marron glacè ma adoro le castagne, quindi ottimo stratagemma!! da provare!!! buon lunedì!!

    RispondiElimina
  2. Troppo invitante! Mi piacerebbe assaggiarlo magari la versione con prugne secche perchè in casa son l'unica che adora i marron glacé :)

    RispondiElimina
  3. Io li amoooooo , cosi dolci sono una tentazione ne sono iper golosa!!!!
    invitante questo tuo dolce complimenti

    RispondiElimina
  4. E' lo stesso per me, adoro le caldarroste ma detesto i marron glacé, sia per il gusto troppo dolce e stucchevole, che per la consistenza, però magari "smorzate" in un impasto mi piacerebbero...di sicuro nel tuo plumcake le mangerei, sembra squisito!! Poi ho appena scoperto i dolci con la farina gialle e me ne sono innamorata! Dunque il tuo plumcake mi ispira non poco :) Bella idea!

    RispondiElimina
  5. Concordo su tutto!!!! Io adoro le castagne ma i marron glaces sono troppo dolci...e poi a dirla tutta non ci sento il gusto della castagna :-)
    Questa torta è davvero meravigliosa, complimenti!!
    La proverò senz'altro :-)

    RispondiElimina
  6. con l'aggiunta dei marron glacè deve essere strepitoso!! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  7. I marron glacè sanno solo di zucchero, ormai della castagna è rimasto ben poco... ma sono molto contenta di averli riciclati in questa ottima maniera:)

    Grazie!!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...