Fruit summer rolls


Dopo i Vietnamese summer rolls e quelli fatti per la cena in bianco con i fogli di carta di riso c'ho preso gusto e confidenza! E poi sono bellissimi, qualsiasi cosa si metta all'interno, non trovate?
Ultimamente sto consumando un sacco di frutta (adoro questo periodo dell'anno, c'è tutta la frutta che amo!) e, forse anche per via del tempo un po' pazzerello, sono riuscita ancora a trovare delle fragole dolcissime (e italiane), che decorano meravigliosamente gli involtini.
Ad accompagnare il tutto una tazza di the verde, che non dovrebbe mai mancare nella nostra dieta: Non solo un semplice the ma un vero e proprio alimento e medicinale naturale: ricco di antiossidanti, stimola il metabolismo dei grassi, bilancia gli zuccheri nel sangue e quindi previene il diabete, regola il colesterolo e, secondo molti studio,  ci protegge anche da certi tipi di tumori.
Per finire un cucchiaio di miele, potente antibiotico naturale, da versare sugli involtini.
Il mio miele è dell’apicoltura Vallera, un'azienda agricola situata tra le colline del basso Monferrato,  che si occupa esclusivamente di allevamento delle api e produce un meraviglioso miele biologico.
E meraviglioso è anche il packaging di queste mini porzioni, ti viene proprio voglia di assaggiarli e collezionarli tutti!



Ingredienti:
Fogli di carta di riso
Ananas
Fragole
Ribes rossi
Pesche
Ciliegie
More
Insalata
Miele millefiori
Una tazza di the verde


Come si fa:


Scaldate l'acqua fino a portarla quasi ad ebollizione, vi servirà per il the.
Nel frattempo pulite e tagliate la frutta.
Tagliate le fette di ananas a bastoncini, a fette le fragole e a metà le ciliegie, al posto del nocciolo mettete un ribes rosso.
Riempite una ciotola con dell'acqua tiepida e immergete per qualche secondo i fogli di carta di riso.
Bagnate bene il tagliere/piano di lavoro e adagiatevi la carta di riso, iniziate con l'insalata e mettete un altro strato di frutta. Nel centro disponete le fragole alternandole alle more o le ciliegie (questo è quello che si vedrà una volta chiuso l'involtino).
Iniziate a avvolgere partendo dalla parte con l'insalata, richiudete i bordi laterali all'interno e continuate ad avvolgere cercando di compattare delicatamente il ripieno.
Preparate il the  e preparate due cucchiaini.
Servite i summer roll su un piatto con  il the ed il miele e rilassatevi.





Pollo arrosto alla paprika e sale rosa


Quando ho avuto tra le mani la pesante casseruola Le Creuset la prima cosa che mi è venuta in mente di fare  è stato il pane, ma visto che in casa non si mangia mai la scelta è caduta sul volatile.
Un classico, ma con il mio tocco - paprika e sale rosa (ne ho parlato e usato qui) - perché, altrimenti se volete le ricette classiche e scontate c'è sempre giallozafferano ;P
La ricetta non deve essere spiegata ulteriormente, pollo, un po' di spezie, poco olio (io ne ho messo anche meno di quello scritto nella ricetta) e patate novelle.



Ingredienti:

Un pollo intero eviscerato (1,5 kg )
3 spicchi di aglio
Un rametto di rosmarino
1 bicchiere di vino bianco
2 foglie di alloro
Timo fresco
1 cucchiaio di olio evo
Paprika forte
Sale rosa dell'Himalaya
Pepe
Patate novelle q.b.



Come si fa:

Eliminate le eventuali piume del pollo passandolo sulla fiamma. Lavatele ed asciugatelo.
Tritate l'aglio con le erbe aromatiche e la paprika. Mettete tutto in una ciotola con l'olio, sale e pepe.
Cospargete il pollo con il trito appena fatto, senza dimenticare l'interno e sotto la pelle.
Lavate, raschiate le patate novelle e asciugatele.
Mettete le patate e il pollo nella casseruola leggermente unta di olio e infornate in forno giù caldo a 210° (ventilato) per circa 20 minuti.
Sfumate con il vino bianco e continuate la cottura abbassando la temperatura a 180° mettendo il coperchio.
Proseguite la cottura per circa 90 minuti (calcolate 50-60 minuti per ogni Kg di carne), bagnando il pollo ogni 20 minuti con dell'acqua (io ho usato un dispenser spray per cospargere uniformemente) per far si che la carne non si asciughi troppo e rimanga tenera.
Girate il pollo a metà cottura.
Se possedete un termometro da cucina, la temperatura di cottura della carne al cuore della coscia deve essere di 74 gradi.
Una volta cotto, togliete dal forno e lasciate riposare per almeno 15/20 minuti, in modo che i succhi e il calore si distribuiscano bene.
Servite con le patate novelle e una fresca insalata



Pops alle fragole e yogurt greco



 Ok, tra qualche giorno mi lascerò il capriccioso cielo torinese alla volta dell'assolata Sicilia.
Quest'anno il sole mi è proprio mancato, ho bisogno di vitamina D!
Il clima autunnale di questi ultimi mesi ha bloccato la crescita dei miei amati peperoncini, niente fiori e quindi niente piccanti frutti... un vero peccato! meno male però che lo scorso anno è andata meglio e ne ho fatto una buona scorta, che ho seccato e tritato.
Ho aspettato parecchio prima di postare questa ricetta perché appunto non mi sembrava adatta alla stagione che vivevo e guardavo fuori dalla finestra.
Quest'anno ci porteremo in vacanza anche Fusillo, il suo primo viaggio in aereo! speriamo non si traumatizzi troppo, ma lui è un piccolo temerario e sono convinta che affronterà bene il volo.
Un po' meno la sottoscritta...  alla fine vinco la paura, certo, ma devo fare innumerevoli esercizi mentali e di respirazione per tranquillizzarmi un minimo.
Sono già due anni che salto il viaggio in Sicilia proprio per la mia fobia - grazie ad un atterraggio "movimentato", nell'ultima vacanza - ma, come ho già scritto la voglia di scappare è tanta e quindi abbasso la paura e prepariamo la valigia!
Prima però qualche altro gelato in casa torinese, con il mio amato Zoku me lo faccio!



Ingredienti:

120 g di yogurt greco 0%
150 g di fragole (o della frutta di stagione  che preferite)
120 g di latte


Come si fa:

Frullate tutti gli ingredienti, tenendo da parte qualche fragola per la decorazione.
Posizionate le fettine di frutta alle pareti dello zoku, inserite gli appositi bastoncini nel Quick Pop maker -precedentemente riposto in freezer per almeno 24 ore - versate il composto ottenuto e attendete che il pops si formi.
Estraetelo con la manopola e gustate!
Buona estate!
(Sì, so che è iniziata da un bel po' ma per me comincia tra poche ore!)


Idee e suggerimenti:

E se non avete lo zoku? Nessun problema,  basta versare il composto in dei vasetti di yogurt, infilare un bastoncino al centro e in poche ore avrete il vostro gelato buono e sano!

Watermelon Jello Shots


Mentre vi sto scrivendo sono ancora a Torino, dove il sole è spuntato per due giorni di fila (ed ha piovuto  diluviato tutta la notte) e niente, l'estate Vera ancora non è arrivata. Mi consolo sapendo che anche fuori dal Piemonte la situazione è stata più o meno la stessa. Mal comune mezzo gaudio, no?!
Per fortuna che tra qualche giorno me ne andrò nella calda Sicilia, dove finalmente mi godrò l'estate come si deve, anche se prenderò poco o niente sole, per via dei soliti nei e della cicatrice dell'operazione di gennaio, ma l'abbronzatura non mi interessa più di tanto, quindi farò molto la turista! macchina fotografica, scarpe comode e via!
Quest'anno poi ci portiamo anche il Fusillino e sono proprio curiosa di vederlo alle prese con la "natura" del giardino e nel momento esatto in cui i suoi "gommini" toccheranno terra per la prima volta <3
Ricette estive, dicevamo, quindi ecco queste fettine di gelatina con uno sprint in più dato dalla vodka  che potete sostituire con rum o per i bambini succo di frutta, sciroppi o semplice acqua, ma occhio a non mischiarle e attenzione a non esagerare... perché una tira l'altra!
Buona estate!!



Ingredienti:

10 lime o limoni
1 confezione di gelatina di fragola
150 g di vodka
300 g di acqua
semi di sesamo nero


Come si fa:

Preparate i lime tagliandoli a metà, togliete la polpa senza rompere la buccia e pulite bene l'interno.
Fate bollire l'acqua, aggiungete la gelatina e mescolate finché non si scioglie.

Aggiungete lentamente la vodka ed amalgamate.
Sistemate i lime in degli stampi da muffin o in una teglia, in modo che il liquido non si rovesci.
Versate il composto nei lime, fate raffreddare e mettete in frigo per 4-6 ore (o tutta la notte), finché la gelatina non si rapprende.
Tagliate delicatamente i lime a metà con un coltello affilato.
Decorate le fette con i semi di sesamo nero

  

Nigiri di alici fritte e cous cous su Polpa Più per #galleriadelsaporecirio


Ed ecco il mio resoconto dell'esperienza alla #galleriadelsaporecirio che si è tenuta a Torino, nella città del gusto del Gambero Rosso.
Ho conosciuto persone nuove e rivisto altre, tutte unite da una grandissima passione per il cibo e la cucina.
A "dirigere" la sfida, in realtà un bellissimo gioco che ci ha visto alla prese con la "Artistic Box" e una ricetta da inventare su due piedi, c'era lo chef Luca Ogliotti.
Ecco le mie compagne di avventura!

Tre ingredienti, una ora e poco più e tanta emozione gli ingredienti della serata, in particolare i miei erano delle alici già pulite, origano fresco e la buonissima Polpa Più di Cirio.
Ovviamente il primo pensiero è stato - dopo i vari ommioddiocomesicucinanolealici noncelafaròmai faròundisastro e via dicendo -  di fare qualcosa ispirato al mio amato Giappone.
Oh come sono concentrata e seria qua!
E così è stato, ma ho contaminato la ricetta con altri elementi di cucine del mondo, come il curry indiano e la nostra italianissima Polpa Più.
Qua sotto il risultato finale  della ricetta  fatta durante la sfida:


Questo weekend poi mi sono cimentata di nuovo nella ricetta, nella tranquillità di casa con qualche piccolo aggiustamento.
Ho avuto solo una piccola difficoltà in più, però, visto che le alici le ho trovate intere e mi sono trovata per la prima volta a pulirle e sfilettarle (operazione facile, ma io non mi sono trovata molto a mio agio a maneggiare questi pesciolini).
Sotto altre foto della serata, scattate da  Davide Bellucca (le altre le trovate qui )

Sotto l'opera realizzata dall'illustratore di  9periodico e  la foto con lo chef.


Ed eccoci alla ricetta: Nigiri con alici fritte, ma con la pallina di cous cous al posto del classico riso.
Impanatura arricchita e resa croccante dai semi di sesamo, cous cous insaporito con origano e curry e per base un sugo con Polpa Più al basilico e scorze di limone.
Qui, il risultato finale e la ricetta:


Ingredienti:

120 g di cous cous
Una decina di alici fresche pulite
1 barattolo di Polpa Più Cirio
1 cipolla bianca
Curry
Origano fresco
Pan grattato
Semi di sesamo nero/ bianco
1 limone
Olio evo
Sale



Come si fa:

In una ciotola mettete il cous cous, un cucchiaio di olio, il curry e l'origano, mescolate.
Portate ad ebollizione dell'acqua salata, versatela sul cous cous e coprite per 5-8 minuti.
Sgranatelo per bene e lasciatelo raffreddare.
Soffriggete la cipolla in poco olio, aggiungete la scorza grattugiata di 1/2 limone, versate la Polpa Più e portate a cottura, regolando di sale alla fine. Fate asciugare tutto il liquido, deve risultare una salsa molto compatta.
Prendete un po' di cous cous compattandolo bene tra le mani  leggermente umide per comporre il nigiri, dandogli una forma leggermente allungata. Mettete da parte.
Nel frattempo impanate le alici con il pangrattato leggermente salato e i semi di sesamo.
Scaldale l'olio in una padella e quando ben caldo friggete le alici fino a quando sono dorate.
Fatele scolate su della carta da cucina.
Componete il piatto mettendo la salsa di Polpa Più, aiutandovi con un coppapasta, disponete le porzioni di cous cous intorno e sopra i filetti di alici fritte. Decorate con la scorza di limone e del basilico fresco.



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...