dolci

Pandolce al miele con ciliege caramellate

martedì, maggio 29, 2012



Sempre sulla scia della stagionalità di frutta e verdura vi propongo questo pan dolce alle ciliegie.
Una pasta soffice, non troppo dolce con delle morbide ciliege caramellate con lo zucchero muscovado.

Ideale con il latte a colazione o per una spuntino o una merenda golosa senza troppi sensi di colpa.
E se volete proprio esagerare sulla fetta spalmateci una bella cucchiaiata di miele, il mio è di tiglio, profumatissimo, da apicolura biologica, preso in un mercatino in centro domenica pomeriggio. :)


Ingredienti:

240 g di farina 0
160 ml di latte 
40 g di olio di semi di mais
1 uovo
1 bustina di lievito di birra
1 cucchiaino raso di sale
2 cucchiai di miele di tiglio
Farcitura:
200 gr di ciliegie
2 cucchiai di zucchero muscovado 

+ un altro per la decorazione


Scaldate appena il latte e scioglieteci il miele, quando sarà tiepido aggiungeteci il lievito di birra.
Disponete la farina in una spianatoia e versateci il latte, l'olio, l'uovo e il sale e lavorate a lungo finché l'impasto non diventa elastico e morbido.
(Se non avete voglia di impastare ricorrete al vostro robot da cucina ;) )
Lasciate riposare l'impasto in una ciotola, coperto da pellicola, per 1 ora e mezza/2 ore (o comunque fino al raddoppio).
Denocciolate le ciliegie e fatele caramellare in padella con lo zucchero muscovado e un po' di acqua. Lasciatele intiepidire.
Riprendete l'impasto e dividetelo in due parti.
La prima parte mettetela come base nello stampo plumcake, adagiateci alcune ciliegie e ricoprite con l'altro strato. Finite con le ciliegie rimaste.
Lasciate lievitare ancora una mezz'oretta, sempre coperto da pellicola.
Nel frattempo accendete il forno a 170°/180°.
Spennellate la superficie con un po' di latte e cospargete di zucchero
Infornate e cuocete per 35 minuti.



Con questa ricetta partecipo alla racconta "L'albero goloso"
e al contest 

Ti potrebbero interessare anche queste ricette

7 commenti

  1. .....mmmm...gatto occhiali e pois...siamo state separate dalla nascita per caso??

    RispondiElimina
  2. :D
    Heheh... e se poi metti il fatto che, nel mio piccolo, ho fatto anch'io delle etichette di vino... la cosa si fa inquietante! :DD

    RispondiElimina
  3. ciao, oggi non è una gran giornata (mi riferisco a tutte le vittime del terremoto) ma sono passata a trovarti perchè non ho resistito a questa delizia... se ti va di postarla nel mio contest mi farebbe piacere..
    http://dolcizie.blogspot.it/2012/04/lalbero-goloso-una-dolce-raccolta.html
    Samaf

    RispondiElimina
  4. Con piacere ricambio la tua visita..davvero un bel blog e questa ricetta è una vera delizia!!
    Vengo spesso a Torino, sono appena rientrata dopo un mese, è una città che adoro! Magari la prossima volta ci incontriamo!!
    elisa

    RispondiElimina
  5. è meraviglioso questo pandolce....divino!!

    RispondiElimina
  6. Complimenti per questa splendida ricetta!:-) mi sa che doveva essere proprio buona... io adoro le ciliegie!

    RispondiElimina
  7. Sì! :) molto buono
    (si mantiene bello morbido per qualche giorno avvolto nell'alluminio... cioè, sempre che avanzi.. :D )

    RispondiElimina

Blog Archive

Apparsa su